Glossario

Cosa sono le Pagine Virtuali o Virtual Pages

pagine virtuali google analytics

Le visualizzazioni di pagina sono una delle metriche più conosciute, presenti in quasi tutti i report di web analytics.

Sono uno degli elementi che permettono di capire il comportamento dell’utente sul sito web, assieme ad altre come la frequenza di rimbalzo o le visualizzazioni di pagina unica etc..

Questa metrica si popola con le hit di tipo pageview, che sono inviate a Google Analytics tutte le volte che visualizziamo una pagina o facciamo un refresh della pagina stessa.

Tuttavia, negli ultimi anni si sono sviluppate una serie di tecnologie che migliorano la navigazione dell’utente sul sito (classico esempio: le Single Page Application) ma che creano problemi nel loro tracciamento.

Con queste applicazioni, il contenuto della pagina si modifica durante la navigazione dell’utente, l’URL cambia, eppure la pagina non si ricarica.

Se la pagina non si ricarica, la hit di tipo pageview non viene inviata a Google Analytics.

Molto spesso capita che non tutto il sito web sia sviluppato con una tecnologia tipo Ajax, ma solo alcune parti di esso.

Cosa accade in questi casi?

  • riesci a tracciare tutto il sito web normalmente
  • non riesci a tracciare le pagine con questa tecnologia

Può succedere che tu non riesca a tracciare le visualizzazioni di pagina in punti cruciali, ad esempio nel Funnel di sellout: questi sono proprio i casi in cui sono necessarie le pagine virtuali.

Che cosa è una pagina virtuale

La Pagina Virtuale è una pagina che non esiste sul tuo sito web, ma che stai creando in modo da inviare una hit di tipo pageview.

Creando questa hit è possibile aggirare l’ostacolo e, in tutte quelle pagine del tuo sito web, dove il contenuto non si ricarica, puoi utilizzare questa virtual page per inviare lo stesso la hit verso Google Analytics.

Così facendo, GA riceve l’informazione di dove si trova l’utente e tu puoi utilizzare questa informazione per le tue analisi.

Pagine Virtuali: casi pratici

Ci sono diversi casi in cui, le Pagine Virtuali, ci vengono in soccorso:

  • Single Page Application (SPA): come accennato sopra, le SPA possono richiedere l’utilizzo di pagine virtuali. Non serve creare pagine virtuali in tutte le pagine del tuo sito web, ma può essere utile utilizzarle in certi punti. Se vuoi sapere come tracciare le Single Page Application, leggi il mio post dedicato (in inglese);
  • Checkout: è molto utile utilizzare le Pagine Virtuali in questa zona del sito web, dove, spesso, l’utente compie diverse interazioni ma l’URL non cambia;

Pagine Virtuali e Google Analytics

Una volta che ho creato la Pagina Virtuale, posso facilmente sfruttarla come qualsiasi altra pagina del mio sito.

Ad esempio, posso decidere di impostarla come Obiettivo e darle un valore:

pagina virtuale google analytics

Oppure posso inserire le pagine virtuali all’interno di un Funnel affinché il mio Obiettivo risulti come completato:

pagina virtuale funnel google analytics

Ispezionando la Console di Chrome, le Pagine Virtuali appariranno all’interno della hit pageview come qualsiasi altra pagina, con:

  • la sua URL
  • il titolo che puoi dargli quando la crei
console chrome pagine virtuali

Buone analisi!

Se vuoi scoprire come implementare le pagine virtuali sul tuo sito web con l’aiuto di Google Tag Manager e Google Analytics, leggi la mia guida completa in questo post. In pochi passaggi, creando tag e trigger dedicati vedrai come iniettare della pagine virtuali in certi punti del tuo suo sito e come impostare un Obiettivo in GA.


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Installare Facebook Pixel con Google Tag Manager

Come tracciare un Form in Google Analytics 4

Regular Expression (RegEx): la guida

Che cos’è il Measurement ID in GA4?

Creare una nuova Proprietà in Google Analytics 4

Misurare le visualizzazioni in Data Studio con Google Analytics

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *