Google Analytics

Come eliminare “gtm_debug=x” da Google Analytics

escludere gtm_debug in google analytics

Recentemente Google Tag Manager ha lanciato la nuova versione della modalità Preview, nella quale puoi testare il funzionamento dei tuoi tag, trigger e variabili prima di pubblicare il contenitore.

Ti sarai accorto che, in questa versione, si crea un nuovo URL legato direttamente al tuo sito web.

Ecco un esempio di quando lancio la modalità Preview:

modalità preview in gogle tag manager

Una volta connesso, ecco l’URL “incriminato”:

url gtm_debug=x in tag manager

Lo chiamo URL “incriminato” perché, se non modifichi nulla in Google Analytics, ritroverai questo valore nei tuoi rapporti.

Questo ti capiterà sia nella versione Universal Analytics:

rapporto pagine in universal analytics

Sia nella nuova versione Google Analytics 4:

debug=x in google analytics 4

Qual’è il problema?

In questo modo GA raccoglierà questa informazione andando a rendere la raccolta dati non qualitativa.

Il numero di pagine viste sarà alterata da un URL che ha il solo scopo di nascere per permetterti di eseguire i test in GTM prima di renderli live.

Immagina se, oltre a te, lavorano altri colleghi sul sito web. Il numero di pagine viste aumenterà a dismisura!

Come escludere “gtm_debug=x” in Universal Analytics

All’interno della voce Admin, clicca sulle impostazioni della Vista all’interno della quale vuoi escludere il valore “gtm_debug=x“:

admin google analytics

A questo punto devi inserire il valore “gtm_debug” all’interno della voce “Exclude URL Query Parameters” (se hai più valori, separali da una semplice virgola):

escludere il parametro query gtm_debug

Il valore “gtm_debug” è un parametro query (se vuoi saperne di più leggi il mio post dedicato o scopri come trovarne altri in Google Analytics in questo post) e deve essere inserito in questo box per evitare di essere raccolto e “sporcare” i nostri Rapporti.

Ti consiglio di effettuare questa operazione nella Vista Test prima di applicarla sulla Vista principale che usi per le tue analisi. Se non sai di cosa parlo, te lo spiego in questo post per impostare le Viste corrette in GA.

Come escludere “gtm_debug=x” in Google Analytics 4

In Google Analytics 4 non esistono le Viste come nella versione Universal Analytics.

Bisogna quindi agire in un altro modo. Considera che, chi lavora sulla modalità preview, in Google Tag Manager, è uno o più collaboratori all’interno dell’azienda, oppure te stesso oppure un’agenzia.

Possiamo quindi definire questi tre insiemi come “traffico interno” e dunque utilizzare il filtro preposto sotto la Proprietà di GA4: Data Settings > Data Filters > Internal Traffic:

filtro traffico interno in google analytics 4

Segui quindi i passaggi in questo post per impostare il filtro ed escludere il traffico interno e, quindi, anche la pagina con il parametro “gtm_debug=x”.

Escludere “gtm_debug=x” in GTM

Un’altra opzione può essere quella di de-selezionare la voce “Include debug signal in the URL” come nell’immagine qui sotto:

preview mode gtm

Questa opzione è però la più fragile e sconsigliata da Google, come puoi leggere nel box evidenziato in rosso.

Conclusioni

E’ importante prestare attenzione a queste impostazioni. Anche se i valori raccolti sembrano minimi e danno l’idea di non influire sui dati raccolti da GA, bisogna sempre evitare di far processare ad Analytics dati che non sono utili alle analisi.

Fare un controllo o un audit almeno tre o quattro volte all’anno sull’account di GA è una buona procedura per ridurre al minimo possibili “sorprese”.


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Annotazioni in Google Data Studio da Google Analytics

Tracciare le Dashboard di Data Studio con una Proprietà in Google e 4 Campi Calcolati

Come superare 5 milioni di celle con i Fogli di Google

Scorciatoie tastiera per Fogli di Google (Google Sheets)

Impostare Obiettivi in Google Analytics

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *