Google Analytics

Come tracciare un Form in Google Analytics 4

come tracciare un form in google analytics 4

In questo post ti mostro come tracciare la sottoscrizione di un Form con il nuovo Google Analytics 4 e Google Tag Manager.

Se vuoi sapere che cosa è Google Analytics 4 e tutti i vantaggi che offre, leggi il mio post, altrimenti, proseguiamo !

Per tracciare la lead di un utente che compila il form sul tuo sito web, ovviamente devi aver in precedenza creato una nuova Proprietà per GA4 e creato il tag in Google Tag Manager per passare le informazioni ad Analytics.

Questo il percorso che seguiremo:

form tracking google analytics 4
Contenuti del post:
- Creare un nuovo tag
    - Selezionare un tag evento
    - Tag di Configurazione
    - Scelta del nome Evento
    - Definire i parametri evento (opzionale)
    - Definire le user properties (opzionale)
- Creare il trigger
- Tag e trigger
- Test in Preview
- Creare la dimensione personalizzata in Google Analytics 4
- Creare la user property in Google Analytics 4
- Pubblicazione del contenitore
- Visualizzazione dati in GA4

Creare un nuovo Tag

Selezionare un tag evento

Per prima cosa dobbiamo crea un tag in Google Tag manager.

Vai nella sezione Tag > New > Google Analytics 4: Event.

google analytics 4 event tag

Tag di configurazione

Nel box Configuration Tag (A) seleziona il tag collegato a Google Analytics 4 (leggi questo post se vuoi vedere come crearlo in un semplice passaggio):

configuration tag google analytics 4

Scelta del nome evento

Ora dobbiamo dare un nome all’Evento. Ti consiglio di non inserire un nome a caso, ma di prendere spunto dalla guida ufficiale di Google.

Visto che stiamo tracciando una compilazione di un Form, quindi l’utente sta generando una lead, utilizzeremo il nome evento generate_lead come suggerito dal team di Google:

eventi vendita al dettaglio ecommerce

Il motivo, per il quale ti suggerisco di utilizzare questo nome invece di inventarne uno, è legato all’implementazione continua di Google Analytics 4 e dei suoi report. Nel futuro Google potrebbe sviluppare dei report in cui raccogliere questi nomi evento e sarà per te più facile misurarlo, perché rientrerà direttamente nel rapporto.

A questo punto, il nostro tag apparirà in questo modo:

tag evento generate_lead

Definire i parametri evento (opzionale)

A questo punto, possiamo aggiungere dei parametri evento.

Con questi parametri possiamo raccogliere una serie di informazioni aggiuntive.

Inseriamo i seguenti valori come in immagine (B):

  • Parameter name: lead_type
  • Value: newsletter_subscription
parametri eventi google analytics 4

Perché inserire gli event parameters? Se abbiamo diverse tipologie di Form sul nostro sito, possiamo avere un solo nome evento (che abbiamo chiamato “generate_lead”) e poi diversi parametri che identifichino il tipo di form, ad esempio:

  • Form di iscrizione alla newsletter: possiamo inserire un valore parametro tipo “newsletter_subscription”;
  • Form di richiesta informazioni: possiamo mettere il valore “informazioni_subscription”;
  • Form di richiesta preventivo: potremmo inserire il valore “preventivo_subscription”;

La scelta dei nomi e della struttura del tag dipende dal tuo piano di misurazione.

Definire le user properties (opzionale)

Il tag evento di Google Analytics 4 ci offre un’altra possibilità: quella di definire la proprietà utente.

Se compiliamo questo campo, tutti gli utenti che hanno compilato il form, secondo le regole che abbiamo inserito nel tag, saranno riconosciuti come sottoscrittori di questo tipo di lead.

Inseriamo i seguenti valori, come in immagine (C):

  • Property name: newsletter_subscriber
  • Value: true
user properties google analytics 4 tag manager

Creare il trigger

Ora creiamo il trigger per far scattare il tag solo per alcuni Form.

Selezioniamo un trigger di tipo Custom Event

trigger custom event tag manager

Ispezioniamo la pagina del sito web dove è presente il Form per vedere quale è il nome dell’evento che scatta alla sottoscrizione del Form.

I passaggi sono semplicissimi:

  1. Apri Google Tag Manager e attiva la modalità Preview ( in alto a destra)
modalità preview google tag manager

2. Connetti il tuo sito web:

connettere sito web preview gtm

3. Vai nella pagina del sito dove è presente il form, compilalo e invialo:

compilazione form lead

4. Controlla la preview e quale evento è stato pushato nel data layer (sotto vedi l’evento del mio form, il tuo potrà essere diverso):

datalayer push form

A questo punto dobbiamo copiare questo nome “gtm4wp.formElementLeave” e incollarlo nel nostro trigger:

custom event trigger gtm

Ora facciamo scattare il trigger solo nella pagina in cui è presente il Form (A) e inseriamo un nome per il nostro trigger (B):

creare un trigger

Salva.

Tag e Trigger

Ecco come apparirà il risultato finale, ossia il nostro tag con il suo trigger:

tag e trigger

Salva.

Test in Preview

Ora che il tag e il suo trigger sono stati creati, dobbiamo verificare che scattino correttamente, prima di pubblicare.

Come descritto nei punti precedenti:

  • Attiviamo la modalità Preview;
  • Colleghiamo il nostro sito web;
  • Compiliamo il Form e inviamolo;
  • Controlliamo la Preview: se tutto è corretto, vedremo il Tag che si attiva(A), appena il Form è stato inviato e l’evento è stato pushato nel dataLayer (B)
preview mode data layer gtm

Creare la dimensione personalizzata in Google Analytics 4

Ora dobbiamo registrare una nuova dimensione personalizzata in GA4, in modo da poter vedere il valore del parametro che abbiamo inserito nel nostro tag (quello che abbiamo chiamato “lead_type”).

Andiamo in Events > All Events > Manage Custom Definitions

creare dimensioni personalizzate ga4

Si aprirà una finestra, clicchiamo su Create Custom Dimensions

nuova dimensione personalizzata ga4

Inseriamo il nome del parametro che abbiamo scritto nel Tag in Google Tag Manager, ossia ‘lead_type’ (A) e, se vuoi, puoi modificare il nome che apparirà all’interno dei tuoi report dando un nome più chiaro (B), che ho chiamato “Lead Type”:

registrare dimensione personalizzata google analytics 4

Salviamo.

Creare la User Property in Google Analytics 4

Ora dobbiamo registrare la User Property in GA4.

Andiamo in Configure > User Properties > New user property

creare nuova user property ga4

Ora digitiamo lo stesso nome inserito nel tag, cioé ‘newsletter_subscriber’ (ricorda che, una volta inserito il nome della user property, non potrà più essere modificato, potrai modificare in ogni momento la descrizione):

nuova user property ga4

E salviamo.

Nella guida ufficiale di Google, puoi trovare una serie di Dimensioni utente predefinite.

Pubblicazione del contenitore

Se tutti i test sono andati a buon fine, puoi pubblicare il contenitore in Google Tag Manager per rendere le modifiche live sul sito web.

pubblicazione contenitore in gtm

Visualizzazione dati in GA4

Una volta eseguiti questi passaggi, Google Analytics 4 inzierà a raccogliere le informazioni.

Per ogni utente che compila il Form, secondo le regole impostate nel tag, potrai vedere l’evento che viene raccolto (A), il parametro (B) e la user property impostati (C), oltre ad una serie di altri parametri che si associano all’evento.

debug mode google analytics 4

Dopo 24 ore, i valori saranno visibili nel Rapporto Events > All Events

rapporto eventi google analytics 4

Se clicchiamo sull’evento che abbiamo creato, ossia ‘generate_lead’, è possibile vedere i parametri custom (A) che abbiamo inserito nel tag in precedenza:

custom parameters google analytics 4

Buone analisi!

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

PII (Personally Identifiable Information): cosa sono

Regular Expression (RegEx): la guida

Che cos’è il Measurement ID in GA4?

Come collegare BigQuery a Google Analytics 4

Creare una nuova Proprietà in Google Analytics 4

Filtro Internal Traffic in Google Analytics 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *