Google Analytics

Creare una nuova Proprietà in Google Analytics 4

creare una nuova proprietà in ga4

In questo post ti mostro come creare una nuova Proprietà in Google Analytics 4. Utilizzerò poi Google Tag Manager per passare le informazioni dal sito web a GA4.

Se non sai cos’è Google Analytics 4, leggi questo post in cui ti spiego le differenze con la versione Universal Analytics.

Iniziamo.

Creare una nuova Proprietà

Nelle impostazioni di Google Analytics, creiamo una nuova Proprietà

creare una nuova proprietà in gogle analytics 4

A questo punto dobbiamo inserire una serie di informazioni al punto 1:

  • Property Name
  • Il time zone
  • La valuta
impostazione proprietà google analytics 4

Facendo questi passaggi, Google offre la possibilità di creare, in questo momento, una proprietà specifica per la versione Universal Analytics (UA). Come? Cliccando su opzioni avanzate:

creare la proprietà universal analytics

Se hai già già una proprietà UA, allora puoi passare al punto successivo. Se è la prima volta che imposti Google Analytics per il tuo sito web, allora ti consiglio di creare anche la Proprietà Universal Analytics e creare il tag in GTM per inviare le informazioni a GA.

In questa fase, in cui GA4 si continua ad evolvere giorno dopo giorno, consiglio di avere sia la proprietà GA4 sia la proprietà UA, per i motivi che ho descritto qui.

Al punto successivo, puoi indicare (e ti consiglio di farlo) una serie di informazioni sul tuo sito web:

  • Tipo di settore
  • Grandezza della tua azienda o del blog sul quale stai lavorando
  • I motivi per cui stai creando questa Proprietà (una sorta di questionario utile al team di Google)
creazione proprietà ga4

Indicare il Data Stream

Ora, indichiamo se il sito che vogliamo misurare è un’app (e quindi se è Android o iOS) oppure un sito web. Nel mio caso sarà Web:

data stream google analytics 4

Una volta selezionato “Web”, nella successiva finestra indica:

  • il sito web che vuoi tracciare
  • Il nome che vuoi inserire per lo stream (un nome parlante utile per capire a cosa fa riferimento quella proprietà)
  • Quali misurazioni avanzate vuoi che vengano tracciate
impostare il data stream ga4

Riguardo alla voce Enhanced measurement (Misurazioni avanzate), GA4 traccerà automaticamente una serie di interazioni che, in questa fase ti consiglio di lasciare selezionate, a meno che tu non abbia già preparato un piano di tracciamento dettagliato in cui sai già di cosa hai bisogno e cosa andrai ad implementare. Considera che, in ogni momento, potrai tornare in questa schermata ed attivare o disattivare le misurazioni avanzate:

attivare le misurazioni avanzate ga4

Salviamo le impostazioni del nostro stream di dati.

Riepilogo

Una schermata riepilogativa riassume i passaggi impostati fino ad ora.

Vediamo le voci nel dettaglio per capirle meglio:

data stream ga4
  1. In questo blocco sono riassunti i dati inseriti agli step precedenti e viene indicato il Measurement ID che utilizzeremo nel tag in GTM nel punto successivo;
  2. In questo blocco sono indicate le modalità per passare i dati a Google Analytics: Global Site Tag (ha all’interno un codice da copiare nella sezione <head> del sito), Google Tag Manager (implementare il tag tramite GTM offre una soluzione più stabile) oppure Use existing on-page tag (usare un tag già esistente)
  3. In questo blocco ci sono impostazioni ulteriori che permettono di: impostare il tag per ulteriori proprietà, impostare una serie di valori (modificare o creare eventi, impostare più domini, filtrare il traffico interno per avere dati più puliti) oppure impostare la procedura per inviare le informazioni a GA tramite il Measurement Protocol
additional settings google analytics 4

Creare il tag in GTM

Ora bisogna andare su Google Tag Manager per creare il tag di GA4.

Lo scopo è quello di passare le informazioni sul comportamento degli utenti, dal sito web a Google Analytics 4.

Creiamo un nuovo tag con le seguenti caratteristiche:

  • Tag Type: Google Analytics: GA4 Configuration
  • Measurement ID: copia e incolla il codice di tracciamento fornito da Google Analytics
  • Associa il trigger All pages
tag ga4 in google tag manager

Un altro dei vantaggi che offre GA4 rispetto a UA è che gli indirizzi IP ora sono automaticamente anonimizzati, senza dover più aggiungere manualmente questo parametro nel tag in GTM.

Salva il tag e pubblicalo.

Una volta fatto questo, puoi vedere se i dati arrivano correttamente nella nuova proprietà Google Analytics 4, direttamente dal rapporto Realtime (attenzione: potrebbero volerci diversi minuti per vedere attivo il rapporto in tempo reale, soprattutto sulla mappa):

rapporto realtime google analytics 4

In questo modo hai creato una proprietà con il nuovo Google Analytics 4.

Conclusioni

In questo post hai visto come sia facile creare una nuova proprietà in Google Analytics 4 e creare il tag per inviare i dati dal tuo sito web.

Devo comunque avvisarti che, se vuoi implementare al meglio la soluzione, devi avvisare gli utenti dei dati che raccogli con i cookies. In questo caso, basterà modificare il trigger (All Pages) e fare in modo che il tag si attivi solo se gli utenti hanno accettato alcuni cookies.

Se vuoi fare il passo successivo e vuoi saperne di più su come implementare il tag Eventi tramite GTM, ti consiglio questa guida di Simo Ahava.

Resta connesso per altri post su GA4.

Buone analisi!


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Filtro Internal Traffic in Google Analytics 4

Tracciare i click nel Menù Navigazione con Tag Manager

Filtro Cerca e Sostituisci in Google Analytics

Cosa sono le Variabili?

Cartelle in Google Tag Manager

Annotazioni in Google Data Studio da Google Analytics

Mail Automatica con Google Data Studio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *