Google Analytics

Filtrare il traffico interno in Google Analytics

Filtrare il traffico interno in google analytics

I Filtri in Google Analytics ti permettono di pulire il traffico per raccogliere un dato qualitativo sul tuo sito web.

Uno dei Filtri principali da impostare all’interno delle Viste di Google Analytics (versione Universal Analytics) è quello per escludere il traffico interno.

In questo modo tutte le persone che lavorano sul sito e che lo navigano saranno escluse dal conteggio delle principali metriche e il dato raccolto sarà più qualitativo.

Utilizzare il Plugin

Prima di vedere come impostare i Filtri, ti dico che c’è anche un’altra opzione più semplice: utilizzare un plugin per escludere il traffico da GA.

Il plugin si chiama Google Analytics Opt-out Add-on (by Google) e lo puoi trovare direttamente nel chrome web store.

google analytics opt-out add-on

Il plugin è semplicissimo da utilizzare:

  • se attivo, navigando sul sito web non verrai visualizzato dal tuo Google Analytics
  • se inattivo, la tua navigazione sarà registrata da GA

Questa è sicuramente la soluzione più semplice, senza dover mettere mano alle impostazioni di Analytics.

Creare un Filtro: escludere il traffico interno per Città

Se il sito web non ha troppo traffico, una soluzione può essere quella di entrare sul sito, poi andare su Google Analytics in Real Time > Locations.

A questo punto cliccare sul paese e visualizzare la città.

città google analytics report

Puoi quindi creare un filtro che escluda la città, in modo che non verrà mostrato il traffico proveniente da questa città.

Ti basterà andare in Admin > View > Filter e creare un nuovo Filtro con le seguenti caratteristiche:

  • custom
  • exclude
  • city
  • inserire il nome della città (es. Monza)
escludere traffico in google analytics

Posso anche inserire più città, utilizzando le Espressioni Regolari. Mi basterà inserire il simbolo pipe | che indica “oppure”, come mostrato nell’immagine:

espressioni regolari google analytics

Impostare il Filtro utilizzando la dimensione Città, ovviamente ha dei vantaggi e degli svantaggi:

  • Vantaggi: il filtro è molto semplice da impostare e può essere comodo per piccolissime città se il sito ha un volume di traffico medio/alto.
  • Svantaggi: il filtro non è perfetto e, se si abita in una grande città, verrà escluso tutto il traffico che viene localizzato su questa città. Pensa a città grandi come Milano, Napoli, Palermo etc. Verrebbe escluso moltissimo traffico.

Creare un Filtro: escludere il traffico interno per Indirizzo IP

Una soluzione decisamente più stabile è quella di escludere il traffico tramite indirizzo IP.

Questa soluzione è la migliore opzione, soprattutto se ci incontrano le seguenti condizioni:

  1. L’indirizzo IP è conosciuto
  2. L’indirizzo IP è statico

Lavorando in un’azienda, è possibile avere questi dati interfacciandosi direttamente con il Reparto IT.

Un’altra opzione è quella di individuare il proprio indirizzo ip da soli.

Ci sono tanti siti che permettono di mostrarti il tuo indirizzo ip, come ad esempio What is my IP Address.

Entrando nel sito, ti verrà mostrato il tuo indirizzo IP che ti basterà copiare ed incollare nel filtro in Google Analytics:

escludere indirizzo ip google analytics

Questa soluzione, come detto, è la migliore se le condizioni 1) e 2) descritte in precedenza sono presenti.

Se invece hai un indirizzo IP dinamico, quindi che può cambiare ogni tanto, il consiglio è quello di verificare, prima di entrare sul sito web, il numero di indirizzo IP e controllare che sia lo stesso di quello impostato nel Filtro di GA.

Se il valore fosse cambiato, ti basterà inserire il nuovo indirizzo IP nel Filtro e salvare.

Creare un Filtro: escludere il traffico interno per Sorgente Campagna

Durante il processo di creazione dei parametri UTM , prima di lanciare delle Campagne, spesso vengono utilizzati valori come “test”.

parametri utm test

Se non utilizziamo dei filtri, questi valori saranno processati da Google Analytics, che ce li mostrerà all’interno dei nostri Rapporti:

rapporto tempo reale google analytics test

E’ possibile creare un Filtro per non visualizzare questi dati:

filtro campaign source google analytics

Conclusioni

Ci sono numerose opzioni per filtrare i dati “interni” e non mostrarli in Google Analytics.

La soluzione migliore dipende dal contesto in cui ti trovi.

Come abbiamo visto, se lavori in un’azienda e hai un indirizzo IP statico e conosciuto, la soluzione migliore è quella di filtrare il traffico interno tramite indirizzo IP.

Se invece ti trovi in altre condizioni, è possibile utilizzare sempre il filtro per indirizzo IP ma sapendo che, se dinamico, esso può cambiare.

Se ti trovi in una piccola città puoi valutare di utilizzare la dimensione “Città” di GA per filtrare il traffico proveniente da quel paese.

E’ importante conoscere le diverse possibilità offerte da GA, capire i loro limiti e aver chiaro il contesto in cui stiamo lavorando, in modo da scegliere la migliore soluzione per le nostre condizioni.

Ricorda sempre di testare le soluzioni prima di applicarle definitivamente.

Il miglior modo di testarle è quello di impostare le Viste corrette nel tuo Google Analytics.

Buone analisi!


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

  • Google Analytics 4: Rapporto source/medium
    Uno dei rapporti più popolari all’interno della versione Universal Analytics è sicuramente il Rapporto source/medium. In questo Rapporto è possibile osservare velocemente la sorgente e il mezzo di provenienza degli utenti che atterrano sul sito web. In UA possiamo trovarlo sotto Acquisition > All Traffic > Source/Medium La nuova versione di GA4 offre numerose features […]
  • Google Analytics 4: Pagine di Destinazione
    In questo post ti mostro come trovare le pagine di destinazione in Google Analytics 4. Per questo motivo do per scontato che sai già cosa è GA4 e la sua differenza con la versione Universal Analytics. Se però vuoi approfondire, ti rimando a questo post in cui ti spiego cosa è Google Analytics 4 e […]
  • Search Console e Google Analytics 4
    In questo post ti mostrerò due cose che ritengo molto utili: Collegare la Google Search Console direttamente alla tua Proprietà di Google Analytics 4 Salvarti un widget per accedere più velocemente ai dati della Search Console Partiamo! Collegare Search Console a GA4 I passaggi per collegare la Search Console a Google Analytics 4 sono davvero […]
  • Google Analytics 4: Content Groups
    I Content Groups o Raggruppamenti di Contenuti permettono di creare delle sezioni del sito, all’interno delle quali poter racchiudere diversi contenuti. Questo ci permette di aggiungere un elemento aggiuntivo alle nostre analisi. Facciamo alcuni esempi: posso creare un gruppo specifico che mi mostra i Brand più visualizzati sul mio sito web oppure posso creare delle […]
  • Google Analytics 4: Confronti
    In questo post ti mostro come utilizzare la funzionalità confronti o comparison (nella versione inglese) di Google Analytics 4. Se vuoi saperne di più su GA4, leggi questo post, altrimenti, proseguiamo! Così come avviene nella versione UA (Universal Analytics), dove è possibile utilizzare i segmenti per analizzare meglio il comportamento dei tuoi utenti sul sito, […]
  • Obiettivi di Destinazione: Google Analytics
    Google Analytics ti offre una impostazione molto utile: gli Obiettivi. Gli Obiettivi permettono di capire meglio se i tuoi utenti hanno compiuto un’azione per te importante e raggiunto lo scopo che ti eri prefisso con il tuo sito web. Si possono impostare diversi Obiettivi in GA , in questo post ti mostro come impostare un […]
  • Filtrare il traffico interno in Google Analytics
    I Filtri in Google Analytics ti permettono di pulire il traffico per raccogliere un dato qualitativo sul tuo sito web. Uno dei Filtri principali da impostare all’interno delle Viste di Google Analytics (versione Universal Analytics) è quello per escludere il traffico interno. In questo modo tutte le persone che lavorano sul sito e che lo […]
  • Gruppi di Contenuti (Content Grouping) in Google Analytics
    Ti è mai capitato, analizzando i contenuti di un sito web, di voler capire come performano le sezioni principali in cui è suddiviso il sito? Ogni sito internet è suddiviso in macro sezioni, che rispecchiamo l’organizzazione dei contenuti dello stesso. Questo vale per tutti i siti, dagli e-commerce, che hanno sezioni di categorie prodotto, tipo […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.