Google Analytics

Transazioni Duplicate in Google Analytics

In questo post trovi una guida step-by-step per creare un Rapporto Personalizzato (custom report) utile a controllare se ci sono transazioni duplicate in Google Analytics.

Usare i Rapporti Personalizzati

Tramite i Rapporti Personalizzati (Custom Reports), Google Analytics ci offre la possibilità di analizzare, in un batter d’occhio, metriche e dimensioni per noi importanti.

Custom Reports Google Analytics

E’ possibile usare questo strumento anche per controllare se ci sono transazioni e-commerce doppie.

In questo modo risulterà più semplice verificare la qualità del dato raccolto e confrontarlo con Database interni.

Guida step-by-step

Nella voce Rapporti Personalizzati (Custom Reports), clicca su Nuovo Rapporto Personalizzato (New Custom Report):

new custom report google analytics
Crea un nuovo Rapporto Personalizzato

A questo punto inseriamo un nome al nostro rapporto, che io ho chiamato ”TransactionID – controllo duplicazione”. Selezioniamo la metrica Transazioni (Transactions) e la dimensione ID Transazione (Transaction ID):

custom reports transaction id

Ora puoi salvare il Rapporto che verrà mostrato nella sua interezza:

nessuna transazione duplicata

Se tutto funziona correttamente, come nell’immagine sopra, ad ogni id transazione deve corrispondere solo una transazione.

In questo modo i dati sono corretti e non ci sono transazioni duplicate.

Il caso è diverso se ad ogni cardinalità della dimensione Transaction ID (ID Transazione), viene associata più di una transazione come nel caso seguente:

duplicated transactions

In questo caso, è possibile controllare quali sono le transazioni duplicate e in quale periodo c’è stata la duplicazione della transazione, così da risalire al problema che ne è la causa.

Se invece vuoi approfondire come modificare i rapporti e aggiungerli nella sezione ‘Rapporti Personalizzati’, leggi il mio post.


Per i più tecnici, Simo Ahava ha creato un post in cui spiega come prevenire le transazioni duplicate utilizzando Google Tag Manager e la variabile customTask. Puoi leggere qui il post nel dettaglio. Simo ha impostato questa variabile, in modo che sia possibile identificare l’ID Transazione all’interno del browser storage grazie ad una specifica chiave (key). Se l’ID Transazione è già presente, l’hit non viene inviata a GA. Se non presente viene inviata.

Buone analisi 🙂


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

  • Gruppi di Contenuti (Content Grouping) in Google Analytics
    Ti è mai capitato, analizzando i contenuti di un sito web, di voler capire come performano le sezioni principali in cui è suddiviso il sito? Ogni sito internet è suddiviso in macro sezioni, che rispecchiamo l’organizzazione dei contenuti dello stesso. Questo vale per tutti i siti, dagli e-commerce, che hanno sezioni di categorie prodotto, tipo […]
  • Google Tag Manager: Variabile Lookup Table
    La variabile Lookup Table in Google Tag Manager permette di leggere il valore di un input e, se questo valore combacia con certi requisiti, restituirà un certo output. Ci sono diverse situazioni in cui questa variabile può aiutarci: rinominare una pagina web, rinominare la dimensione Sorgente per un social (Instagram, Facebook LinkedIn etc.) e così […]
  • Google Analytics 4: referral exclusion
    Il traffico di tipo Referral è, generalmente, traffico proveniente da altri siti web che contengono uno o più link verso il tuo sito. Il nuovo Google Analytics 4 ti permette di misurare questo traffico per le tue analisi, senza l’utilizzo di tag, trigger o variabili. La corretta implementazione del traffico di tipo referral ti permette […]
  • Google Analytics 4: cross domain
    In questo post ti mostro come implementare il monitoraggio interdominio o cross domain tracking nella nuova versione di Google Analytics 4. Se vuoi scoprire di più cosa è Google Analytics 4 e quali sono le nuove caratteristiche che lo compongono leggi questo post dedicato. Con GA4 il cross domain tracking è molto più semplice rispetto […]
  • Come tracciare le pagine virtuali: Google Tag Manager e Google Analytics
    In questo post vediamo come tracciare le Pagine Virtuali con l’ausilio di Google Tag Manager e Google Analytics. Se non sai cosa sono le Pagine Virtuali o Virtual Pages e saperne di più su come ti possono aiutare soprattutto se stai tracciando una Single Page Application, ti consiglio di leggere il mio post dedicato. Per […]
  • Installare Facebook Pixel con Google Tag Manager
    In questo post ti mostro come installare il pixel di Facebbok sul tuo sito web utilizzando Google Tag Manager. Gli strumenti necessari per fare questo saranno: un account Facebook Business Manager un account di Google Tag Manager il plugin Facebook Pixel Helper Creare un Pixel All’interno dell’account FB andiamo a creare un pixel scegliendo il […]
  • Variabile URL in Google Tag Manager: che cos’è
    Tramite l’utilizzo di Google Tag Manager è possibile raccogliere una serie di informazioni sulla navigazione dell’utente sul tuo sito web. Tra le tante possibilità, è possibile recuperare i diversi valori presenti all’interno della URL. Per fare questo, la variabile URL ci viene in soccorso: ci permette di prendere l’informazione che per noi è importante e […]
  • Demo Account Google Analytics 4
    Google ha appena rilasciato l’Account Dimostrativo o Demo Account di Google Analytics 4. Ora, tutti gli utenti potranno accedervi e scoprire buona parte delle funzionalità e dei settings per GA4. Ma andiamo con ordine! Contenuti del post: 1) Che cos’è il Demo Account di Google Analytics 4 2) Come è strutturato il Demo Account 3) […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *