Google Analytics

Quali Viste impostare su Google Analytics?

La Vista in Google Analytics è un sottoinsieme della Proprietà, come spiegato dalla guida ufficiale. In questo post ti suggerisco come strutturare al meglio le Viste di Google Analytics, dopo che hai creato il tuo Account e la tua Proprietà.

Per scoprire come inviare i dati del tuo sito web a GA, leggi questo post in cui ti spiego come creare un tag di Analytics usando Google Tag Manager.

Google Analytics ti offre la possibilità di aggiungere fino a 25 diverse Viste per ogni Proprietà del tuo Account. E’ fondamentale organizzare al meglio le Viste, per raccogliere i dati correttamente.

Quando scrivo “organizzarle al meglio” ti suggerisco di usare anche una numerazione per queste Viste. Ti sarà più facile ritrovarle:

Dove si trovano le Viste nel pannello impostazioni di Google Analytics
La numerazione delle Viste all’interno del pannello Amministratore di Google Analytics.

Non c’è una regola base sulla creazione delle Viste, in quanto dipende dal tuo modello di business, però ci sono 3 Viste che voglio consigliarti di avere sempre con te. Eccole nel dettaglio.

1. Vista Master

Questa Vista sarà il tuo campo di gioco, dove farai le principali analisi del tuo sito web, o del sito che stai gestendo. Sarà anche la Vista dove avranno accesso la maggior parte delle persone/colleghi della tua azienda. Per questo motivo è quella che deve essere impostata al meglio nella raccolta dati.

All’interno di questa Vista saranno applicati i Filtri da te creati sotto la voce Account, creati in base al tuo modello di business.

2. Vista Test

Dal punto di vista pratico è questa la Vista più importante e questo perché è quella sulla quale ti consiglio di fare i test che vuoi per la “giusta” raccolta dati o per vedere se un Filtro funziona correttamente, prima di applicare le tue modifiche sulla 1 Vista Master.

Ovviamente per sfruttare al massimo questa potenzialità, devi avere i diritti di modifica sull’account di Google Analytics.

Il consiglio è quello di iniziare a lavorare sulle impostazioni di GA proprio da questa Vista. Ricorda inoltre che puoi tranquillamente DUPLICARE una Vista con un semplice tasto, selezionando la Vista che vuoi copiare.

Come copiare una vista in Google Analytics
Per copiare una Vista di Google Analytics, entra nella Vista che vuoi copiare, quindi clicca su copia Vista per copiare le sue impostazioni.

3. Vista Raw Data

La terza Vista che non dovrebbe mai mancare all’interno del tuo GA è la vista con i dati grezzi.

Questa Vista è la Vista pulita che raccoglie i tuoi dati e funge da back-up. Per questo motivo conviene non applicare alcun filtro, non escludere parametri di ricerca predefinita e non escludere le hit da bot o spider.

Vista chiamata Raw Data in Google Analytics
All’interno della 3 Vista Raw Data lascia vuoti i campi Pagina predefinita, Escludi parametri di ricerca URL e non flaggare Escludi tutti gli hit da bot e spider noti.

Per avere un controllo effettivo su questa “vista back-up” consiglio di restringere il più possibile il numero di utenti che vi possono accedere. D’altronde, questa Vista serve principalmente alla persona responsabile dell’implementazione di Google Analytics all’interno della tua azienda o del tuo business.

Strutturare correttamente le Viste, ti permette anche ti utilizzare al meglio i Filtri nel tuo account di Google Analytics.

Se vuoi approfondire l’argomento ho scritto un post dettagliato che trovi qui.

Buone analisi! 🙂


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

  • Google Analytics 4: source/medium report
    One of the most popular reports within the Universal Analytics version is definitely the Source/Medium Report. In this Report, you can quickly observe the source and medium of users landing on the website. In UA we can find it under Acquisition > All Traffic > Source/Medium The new version of GA4 offers many features but […]
  • Google Analytics 4: Rapporto source/medium
    Uno dei rapporti più popolari all’interno della versione Universal Analytics è sicuramente il Rapporto source/medium. In questo Rapporto è possibile osservare velocemente la sorgente e il mezzo di provenienza degli utenti che atterrano sul sito web. In UA possiamo trovarlo sotto Acquisition > All Traffic > Source/Medium La nuova versione di GA4 offre numerose features […]
  • Landing Pages Report in GA4
    One of the most interesting reports in Google Analytics – Universal Analytics is the Landing Pages Report. In this report you can observe the first landing page of a user on the analyzed website. It’s a very useful report to quickly understand what our user’s entry points are. However, the question may arise: how do […]
  • Google Analytics 4: Comparison
    In this post, I’ll show you how to compare data in Google Analytics 4. Just as with the UA (Universal Analytics) version, where you can use segments to better analyze your users’ behavior on the site, GA4 offers a similar feature. However, there are some nuances, compared to the UA version. Compare data in GA4 […]
  • Google Analytics 4: Pagine di Destinazione
    In questo post ti mostro come trovare le pagine di destinazione in Google Analytics 4. Per questo motivo do per scontato che sai già cosa è GA4 e la sua differenza con la versione Universal Analytics. Se però vuoi approfondire, ti rimando a questo post in cui ti spiego cosa è Google Analytics 4 e […]
  • Search Console and Google Analytics 4
    In this post I will show you two things that I find very useful: Connect the Google Search Console directly to your Google Analytics Property 4 Save a widget for faster access to Search Console data in the GA4 User Interface Let’s start! How to Link Search Console to GA4 Property The steps to link […]
  • How to Change Language in Google Data Studio
    Google Data Studio is a great data visualization tool that is completely free, allowing you to connect different data sources to create dashboards. Some of the available data sources are: Google Analytics Google Sheets Google BigQuery File in .csv etc. The sources are different and, as you have seen, they are not only from the […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.